Torna indietro

Digital Transformation: come ottenere vantaggi operativi e sostenibilità ambientale insieme

E’ possibile investire nel digitale e ottenere sia benefici operativi che salvaguardare l’ambiente? La risposta è si! Scopriamolo insieme in questo articolo.

mano-natura

Le aziende, per natura, hanno da sempre sotto controllo costi e ricavi. Permette loro di essere sostenibili da un punto di vista finanziario e organizzare così la propria crescita.

Oggi però come non mai sempre più aziende hanno, in aggiunta, un occhio di riguardo anche al più delicato tema della sostenibilità ambientale.

In questo articolo, vedremo come l’investire nella trasformazione digitale sia un’attività dal duplice beneficio.

Scoprirai come, grazie a questo tipo di investimenti, l’azienda possa beneficiare di vantaggi operativi e al contempo vantare di aver contribuito ad un pianeta migliore.

Sei pronto? Si comincia!

Il contesto delle imprese italiane

Non so quanti di voi se ne ricordano, nella celebre sit-com Seinfeld: un newyorkese, è infastidito dai cataloghi di Pottery Barn continuamente recapitati nella sua cassetta di posta.

Il protagonista li conserva per poi un giorno scagliarli nel negozio del mittente urlando:

“Vi piace spedire cataloghi, eh? E quanto vi piace quando ve li restituiscono?”.

Questo ancora negli anni Novanta.

La distribuzione dei cataloghi nelle cassette della posta, così come altre tipologie, è (purtroppo ancora) una delle pubblicità “a pioggia”, su supporto fisico e senza nessuna scrematura dei destinatari:

un’enorme quantità di carta e plastica che viene trasportata e distribuita per essere spesso buttata immediatamente da chi la riceve, che infine associa al brand solo il fastidio per questa intrusione.

Pensiamo invece a quanto accade oggi.

Ad esempio, un utente che cerca sul cellulare una tavola da surf e, tra i risultati, nota la pubblicità di una custodia impermeabile galleggiante per cellulari, pensata proprio per i surfisti.

Un oggetto al quale non aveva pensato ma che effettivamente potrebbe davvero essergli utile.

E tutto questo è possibile a un costo ridotto e senza l’impiego di risorse naturali consumabili.

Questa è la trasformazione digitale: la trasformazione di processi e operazioni delle aziende attraverso l’impiego della tecnologia digitale.

È un concetto molto ampio, che comprende anche l’impiego di nuovi software che automatizzino operazioni precedentemente fatte a mano.

Oppure, l’utilizzo di server per condividere documenti, o di hardware e software per connettersi da remoto, di chatbot per rispondere alle richieste clienti, di marketing digitale, eccetera.

È un potentissimo metodo per rendere più efficienti le operazioni aziendali, abbattere i costi, fornire prodotti di maggior valore, migliorare la qualità del lavoro e ridurre l’impatto ambientale dell’azienda.

Il digital marketing.

L’esempio con cui abbiamo iniziato questo articolo si riferisce alla digitalizzazione del marketing.

La digitalizzazione del marketing riduce drasticamente il costo aziendale e l’impatto ambientale nella promozione dei prodotti.

Il messaggio viene indirizzato solo a chi ha dimostrato interesse, spesso nel momento stesso in cui lo dimostra, e le tecniche di machine learning e l’analisi dei dati consentono di affinare sempre di più questa ricerca.

La comunicazione pubblicitaria diventa dunque una vera e propria informazione per il destinatario, non un peso ma una cosa che migliora la sua vita.

Il marketing promosso attraverso beni fisici, cartelloni, cataloghi, locandine, gadget ecc., non offre invece alcuna informazione né tantomeno sulla sua efficacia né sugli interessi del consumatore.

Non c’è feedback di ritorno.

Non sapremo mai se quei portachiavi brandizzati hanno portato anche solo ad un acquisto, e non sapremo nulla di più sugli interessi del cliente o sulla percezione dei nostri prodotti.

La reazione ad ogni annuncio che compare su Google Ads o sui social media o infine a ogni newsletter inviata è invece tracciata.

Grazie al digitale è possibile risalire a quali foto e quali parole collegati ai dei link vengono cliccate di più, quali portano ad acquisti e quali invece vengono ignorate.

Ci sono indicazioni chiare sulla strada da seguire, e non solo nell’ambito del marketing.

Se scopriamo che la frase più importante è “consegna in giornata”, o “resistente all’acqua”, mentre “garantito 10 anni” viene ignorato, possiamo orientare i nostri sforzi nella direzione richiesta dai consumatori.

Anche questo ha un riflesso ambientale, perché i prodotti invenduti sono un colossale spreco di risorse.

La nostra chiave di lettura è quindi quella di dedicare certe campagne pubblicitarie, soprattutto quelle di brand awareness, in canali tradizionali e altre, più mirate alle conversioni, in canali digitali.

La documentazione aziendale, digitalizzata.

Un’altra forma particolarmente efficace e environment friendly di trasformazione digitale è la digitalizzazione della documentazione aziendale.

Questo soprattutto nel settore manifatturiero, che produce una grande mole di documentazione tecnica e marketing / commerciale in continuo cambiamento.

La gestione non-digitale della documentazione richiede innanzitutto un grande utilizzo di carta, con continue e inutili ristampe per avere copie fisiche aggiornate ovunque possano servire.

Poi richiede spazi per immagazzinare e tenere in ordine questa carta, energia per riscaldare o raffreddare, e lavoro per mantenere questi spazi.

Poi ancora, comporta la necessità di lavorare nel luogo fisico dove la documentazione è disponibile, rendendo necessari spostamenti di persone, e allestimento di spazi per accoglierle, oltre alla necessità di trasportarli da una parte all’altra del pianeta.

E con tutto questo sforzo le carte si perdono e diventa spesso necessario attendere che torni dalle ferie quell’unico collega che forse sa dove trovarle.

Questi sono tutti costi per le aziende così come per la collettività, perché l’uso di carta, l’edificazione e il riscaldamento di spazi, l’impiego di mezzi per spostarsi, consumano le risorse del pianeta, e sappiamo bene oggi quanto siano scarse!

Oltre ad un’evidente economia dei costi, la digitalizzazione consente di avere una gestione più razionale, efficace ed efficiente dei documenti e, alla fine, di offrire un miglior servizio per i destinatari dei documenti stessi.

La necessità di copiare manualmente i dati per trasferirli da un documento all’altro determina necessariamente errori, ritardi e anche incongruenze, per cui spesso occorre spiegare a chi ha in mano la documentazione che “le cose sono cambiate”, e “il catalogo non è aggiornato”.

Un beneficio che arriva anche alle persone.

Anche le condizioni di lavoro degli impiegati della ditta vengono migliorate: l’automazione dei processi li solleva dalle attività appunto manuali, alienanti, noiose e spesso disumane.

Ciò che accomuna questi due esempi, come tutti gli innumerevoli altri che potremmo fare in tema di trasformazione digitale, è:

• ridotto impatto ambientale

• eliminazione lavori alienanti e ripetitivi

• maggior possibilità di fruizione, ovunque ci si trovi

• maggior controllo e aggiornamento tempestivo

• maggiore conoscenza e sintonia tra i produttori e i fruitori di beni o servizi.

Infine, è essenziale ricordare che la trasformazione digitale dà un vantaggio competitivo enorme, e quindi per chi agisce in un mercato non è neppure più realmente un’opzione.

Le imprese più aggiornate potranno offrire beni e servizi migliori, prezzi più bassi, posti di lavoro più ambiti e un impatto ambientale minore.

E tu, conoscevi già questa sinergia?

Ora hai la consapevolezza di come dietro all’investimento nel digitale ci sia l’opportunità di ottimizzare i processi, costruire asset di valore tangibili e rispettare l’ambiente.

Parlare di queste tematiche con le aziende è all’ordine del giorno, e per noi di Planet è davvero entusiasmante conoscere nuove aziende che come noi credono nel digitale.

Se anche tu sei parte delle aziende innovative che credono nelle nuove tecnologie, fammelo sapere in un commento oppure organizziamo una breve videochiamata conoscitiva e approfondiamo questi temi!

Ciao!

Vayla Pergolini

Founder